Browsing Tag

green

Hears The Forest

24 gennaio 2016

wooden megaphoneCosa c’è di più rilassante di ascoltare i rumori della natura nella più totale tranquillità? Alcuni giovani estoni, studenti di architettura, sostenuti dall’Accademia Estone delle Arti, hanno progettato e costruito dei grandi megafoni in legno, al fine di godere in toto della distensiva atmosfera della foresta. Il progetto è nato con l’idea di creare un bosco biblioteca nel Pähni Nature Center immerso tra i cinguettii degli uccelli ed il fruscio delle foglie.

What could be more relaxing than listen to the sounds of nature in absolute tranquility? Some young Estonians, students of architecture, supported by the Estonian Academy of Arts, have designed and built some big wood megaphones, in order to fully enjoy the relaxing atmosphere of the forest. The project started with the idea of creating a library in the woods near Pähni Nature Center, nestled among the chirping of birds and the rustle of leaves.

estonian forest megaphones
“Nel megafono si possono ascoltare i pensieri. E’ un luogo per la navigazione del libro della natura, per l’ascolto e la lettura della foresta attraverso il suono.” dice il semiologo e scrittore Valdur Mikita, coinvolto nel progetto. Le suggestive ruup, così sono chiamate le strutture coniche costruite interamente in legno, sono divenute in poco tempo, non solo uno spazio di lettura e riposo per locali e turisti, ma anche una piattaforma per lezioni all’aperto, piccoli eventi culturali e concerti.

“In the megaphone you can hear the thoughts. It ‘a place for browsing the book of nature, for listening and reading through the sound of the forest.” says the semiotician and writer Valdur Mikita, involved in the project. The evocative ruup, so are called the conical wood structures, have become in a short time, not only a space for reading and rest for locals and tourists, but also a platform for outdoor lessons, small cultural events and concerts.

wooden megaphone
I megafoni naturali sono tre, ciascuno del diametro di 3 metri, la loro posizione ed inclinazione permette di amplificare tutti i piccoli mormorii e affascinanti suoni del bosco di Võrumaa, quasi al confine con la Lettonia. Più della metà del territorio estone, è ricoperto da foreste per questo il progetto è stato subito approvato e l’Estonian Forest Management Centre si è offerto immediatamente per ospitare l’installazione, rendendola disponibile anche come riparo di fortuna per la notte per tutti gli amanti della natura.

The natural megaphones are three, each with a diameter of 3 meters, their position and inclination can amplify all the little murmurs and fascinating sounds of the forest of Võrumaa, near the border with Latvia. More than half of Estonia’s territory is covered by forests so the project was quickly approved and the Estonian Forest Management Centre has offered to host the installation immediately, making it also available as a makeshift shelter for the night for all lovers of nature.

estonian forest megaphone

Lawns on The Roofs

15 settembre 2015

WarsawDurante i viaggi, ogni tanto, capita di fare delle piccole scoperte inaspettate, che ti fanno rendere conto di quanto un posto possa essere speciale grazie a delle idee semplici e in armonia con la natura. Questo è ciò che è accaduto a Varsavia, una città meravigliosa, costruita da zero dopo la guerra ma senza dimenticare la storia alle sue spalle e valorizzando la tradizione polacca anche nei piccoli dettagli delle vie più sperdute. Come sempre siamo rimasti affascinati dagli innumerevoli parchi, tutti rigorosamente ben tenuti, ma durante il nostro soggiorno in questa bellissima capitale, siamo quasi per caso capitati in due posti speciali: i tetti verdi.

During trips, sometimes, it happens to make little unexpected discoveries that make you realize just how a place can be special thanks to simple ideas in harmony with nature. This is what happened in Warsaw, a wonderful city, built from scratch after the war but without forgetting the history behind it and valuing the Polish tradition even in minor details of the most remotest streets. As always we were fascinated by the many parks, all made well-kept, but during our stay in this beautiful capital, we almost accidentally came across two special places: the green roofs.  Continue Reading…

The Aromatic Pencils

5 settembre 2015

SproutE se per piantare delle erbe aromatiche, bastasse disegnarle? Beh, questa ipotesi non è poi così lontana dalla realtà. Le fantastiche matite Sprout, infatti, contengono nella loro estremità dei semi di varie piante, quindi, dopo aver quasi esaurito la vostra matita, potrete letteralmente piantarla nel terreno e darle una nuova vita facendo crescere delle meravigliose erbe aromatiche.

Can you imagine if it was enough to draw aromatics herbs to plant it for real? Well, this assumption is not so far from reality. The amazing Sprout pencils, in fact, contain seeds of various herbs in their extremities, so, after running out your pencil, you can literally plant it in the soil and give it a new life by growing some wonderful aromatics herbs.  Continue Reading…

Grow Together

16 agosto 2015

GrowthL’arte degli origami incontra il design in un innovativo vaso: Growth. L’idea, realizzata dallo Studio Ayaskan, nasce dal voler creare un connubio tra l’evoluzione della natura ed il vaso stesso, creando anche per esso un vero e proprio ciclo vitale.

The art of origami meets design in an innovative pot: Growth. The idea, conceived by Studio Ayaskan, comes from the desire to create union between the evolution of nature and the pot itself, creating a true life cycle even for this object.  Continue Reading…

Green Point of View

28 gennaio 2015

Central Park
New York; grattacieli, hot dog, shopping e telefilm. Più o meno era questa l’idea che ci eravamo fatti della Grande Mela. Eppure con estrema meraviglia abbiamo scoperto che, oltre tutto questo, nella celebre metropoli si nasconde un grande cuore pulsante: i parchi.
L’intera città è letteralmente tempestata di aree verdi che vengono costantemente curate e valorizzate da numerose attività ed eventi. Dunque nei giardini di New York City non si fa solo jogging ma anche baseball, skating, roller hockey e molti altri sport, senza contare i numerosi concerti, spettacoli teatrali ed anche workshop creativi, spesso gratuiti.

New York; skyscrapers, hot dogs, shopping and serials. More or less this was the idea that we had of the Big Apple. Instead, with extreme surprise, we found that, besides all this, the famous city hide a big beating heart: the parks.
The whole city is literally studded with green areas which are constantly maintained and enhanced by many activities and events. So in the gardens of New York City you can jogging, but also play baseball, hockey, skating and many other sports, furthermore the many concerts, theater performances and also creative workshops, often free. 
Continue Reading…